Il Comune di Messina consegna l’immobile di Via Roosevelt ad Addiopizzo Messina

LA CONSEGNA (video tratto da messinaweb.tv )

Giovedì 12, presenti il sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, l’assessore al patrimonio, Franco Mondello, il segretario generale, Santi Alligo, nella sala Falcone Borsellino di palazzo Zanca, è stato assegnato il bene confiscato alla mafia in via Roosevelt n° 6 al “Comitato Addiopizzo Messina”, risultata prima in graduatoria col punteggio di 96/100 con il progetto “Pago chi non paga”. Alla firma per la concessione dell’immobile hanno preso parte anche il dirigente del patrimonio, arch. Antonello Cutroneo, il responsabile del servizio beni confiscati, arch. Santi Denaro, e della sezione contratti del dipartimento gare e contratti, dott. Santino Saja, ed i componenti del Comitato Addiopizzo.

Erano presenti, a testimoniare il loro sostegno e la vicinanza, Pippo Scandurra già Presidente della FAI, Mariano Nicotra Presidente dell’ASAM, il Direttore della Caritas Diocesana padre Tanino Tripodo. Al progetto di gestione presentato dal Comitato Addiopizzo Messina hanno aderito inoltre le Parrocchie limitrofe alla Via Roosevelt di S. Maria Consolata (don Orione) e di S. Maria di Gesù il cui parroco, don Terenzio Pastore, ha da sempre sostenuto il Comitato diventandone uno dei soci fondatori. Anche l’ANPI (associazione nazionale partigiani di Italia) sez. di Messina sostiene il progetto testimoniando che i valori della resistenza contenuti nella Costituzione italiana sono quanto mai attuali ed aderenti alla lotta alla mafia.

 Al bando avevano partecipato diverse associazioni, proponendo attività volte allo sviluppo della cultura della legalità con ipotesi progettuali tese al miglioramento del bene e rispondenti all’interesse pubblico ed alle finalità della L. 109/96 e ss. mm. L’Associazione “Addiopizzo” intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale ed in particolare promozione della cultura della legalità, della solidarietà, elaborazione di strategie di lotta non violenta contro il dominio mafioso del territorio e di resistenza alle infiltrazioni di tipo mafioso, progettazione e sostegno di iniziative, attività ed interventi che sono finalizzati a promuovere la nascita di un movimento antimafia ed anti-raket tra i cittadini e gli operatori economici sul territorio siciliano. Come si ricorderà l’assessore, Franco Mondello, con delega ai beni confiscati alla mafia, il 9 maggio 2011, aveva preso in consegna l’immobile, sito in via Roosevelt n. 6, confiscato e trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Messina il 19 aprile 2011 con decreto dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, dando apposito indirizzo al Dirigente del Dipartimento Patrimonio, per l’avvio della procedura di evidenza pubblica perchè l’immobile fosse assegnato in concessione ad associazioni per attività finalizzate alla “cultura della legalità e dei principi della Costituzione, in opposizione al fenomeno delle organizzazioni criminali di stampo mafioso, al racket, al pizzo ed alle estorsioni”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...